martedì 11 agosto 2009

Le matrioske

"Il termine Matrioska deriva dal latino "mater". Le matrioske sono nate tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 nel laboratorio per giocattoli del famoso artista Mamontov, nella cittadina di Sergev Posad a 40 km da Mosca. Mamontov era alla ricerca di nuove immagini per nuovi giochi e guardava soprattutto al Giappone come fonte di idee. E proprio da questo Paese giunse nel 1890 il progetto di una bambola di legno. Subito i maestri più bravi la realizzarono: nacque così la prima matrioska, ora conservata al Museo del Giocattolo di Sergev Posad. Le matrioske più classiche , che rappresentano una contadina, riflettono un significato culturale. La donna in Russia ha un carattere molto forte. In fatto di contenere al suo interno altri piccoli oggetti richiama il concetto di fertilità. Nata come giocattolo, la matrioska divenne ben presto un simbolo della Russia. Presentata all'Esposizione Internazionale di Parigi nel 1900, il suo successo fu immediato."
Queste bamboline di legno così particolari e colorate che se ne stanno una dentro all'altra, mi piacciono davvero tanto!
Ecco la mia piccola collezione di matrioske.... ..ed ecco "L'alba delle matrioske"....con la sua minuscola filastrocca... " Allo scoccare di un magico sorriso, escono i bimbi disegnando un paradiso,
e non ci son steccati nei giardini, sol girasoli, bacche e mandarini,
non ci son toni oppure tinte fosche, coloran l'alba gialla le allegre matrioske!"

4 commenti:

Ernestina ha detto...

Che bella la tua collezione di matrioske e anche il quadro! ciao

Alessandra ha detto...

Grazie Erne, le matrioske le ho raccolte nei miei viaggi in Bielorussia, ogni volta che vado, ne compro una!

Sandra Maccaferri ha detto...

Che belle, Ale!! Quella grande è davvero molto particolare.

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

bella collezione, manca la matrioska di sasso, noi l'abbiamo fatta, se la vuoi aggiungere!!!!
imma